Sondrio Sondrio Pavia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Brescia Bergamo Mantova Mantova Cremona cremona Lodi Varese Como Lecco Monza e Brianza Milano
18.12.2018 > Home
Chi siamo
Sedi provinciali
Notizie e iniziative
Universita'
Scuola statale
Ricerca
Dirigenti scolastici
Formazione porfessionale
Scuola non statale
Conservatori ed accademie
Politiche confederali
Precariato
Link utili
Scrivici
CGIL scuola nazionale
CGIL Lombardia
Fondo Espero

COMUNICATO STAMPA LA SCUOLA NON E UN SERVIZIO A DOMANDA INDIVIDUALE. REGIONE LOMBARDIA APPROVA MOZIONE PERICOLOSA E CONTRO LAUTONOMIA DELLE SCUOLE

Ora  sappiamo a chi si ispira il Ministro dell Istruzione con la  nota emanata il 20 novembre u.s.  in relazione al Piano Triennale dellOfferta formativa e al consenso informato. Questione delicata che investe il rapporto scuola-famiglia.

Nota a cui hanno risposto, immediatamente ed unitariamente, le organizzazioni sindacali nazionali.

Regione Lombardia (Consiglio Regionale) del 6 novembre ha approvato, a maggioranza, una mozione in netto contrasto con la Costituzione e  l autonomia scolastica in essa garantita. Tale mozione stravolge il ruolo della scuola pubblica cos come delineata dalla Costituzione, pretendendo di  trasformarla   in servizio a domanda individuale, nel quale le scelte pedagogiche della comunit professionale dovrebbero essere condizionate dai singoli progetti educativi delle singole famiglie.

Un pensiero che, bench probabilmente gradito a chi pretenderebbe di indicare alle istituzioni scolastiche cosa insegnare e come, contrasta nettamente con i principi sui quali si fonda, secondo la nostra Costituzione, la scuola laica.

Peraltro, la medesima Carta Costituzionale, riconoscendo le scuole non statali, paritarie o private, gi consente alle famiglie di operare scelte precise rispetto ai singoli orientamenti.

Oltre a voler forzare il dettato costituzionale, quanti hanno votato la mozione nel Consiglio Regionale  e lo stesso Ministero dellIstruzione che ne ha sposato i contenuti,  sembrano avere dimenticato (o fatto finta di dimenticare) che:

  1. la Legge 107/2015 (che, in quanto tale  non superabile n da una Circolare n da una Nota ministeriale) cita testualmente:

Il piano triennale dell'offerta formativa assicura l'attuazione dei principi di pari opportunit promuovendo nelle  scuole di  ogni ordine e grado l'educazione alla parit tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni,  al fine  di informare e di sensibilizzare gli studenti, i docenti e  i  genitori sulle tematiche indicate dall'articolo 5, comma 2, del decreto-legge 14 agosto 2013, n. 93, convertito, con modificazioni, dalla legge  15 ottobre 2013, n. 119,  nel rispetto  dei  limiti  di spesa  di  cui all'articolo  5-bis,  comma   1,   primo  periodo,   del   predetto decreto-legge n. 93 del 2013

Ci significa che tali tematiche non possono essere considerate n opzionali, n aggiuntive, n facoltative, ma obbligatorie per tutti gli studenti e le studentesse. Se cos non fosse si realizzerebbe una violazione del recepimento della norma ivi citata.

  1. Il Piano triennale dell Offerta Formativa, documento costitutivo dell' identit culturale e progettuale delle istituzioni  scolastiche che esplicita   la  progettazione   curricolare,   extracurricolare, educativa e organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia, in cui possibile lutilizzo della flessibilit, ai sensi del Regolamento sullAutonomia Scolastica (DPR 275/1999)  per consentire lampliamento dell offerta formativa con attivit  che diventano pertanto  obbligatorie per tutti gli studenti. La sola facoltativit che pu essere esercitata dai genitori  riguarda linsegnamento della religione cattolica.

Vale la pena di ricordare che, quando i genitori iscrivono i loro figli  ad una scuola perch, proprio attraverso il PTOF - che un documento pubblico approvato dal Consiglio dIstituto della scuola, dove sono rappresentate tutte le componenti della comunit scolastica,  conoscono lofferta formativa che questa garantisce e condividono le scelte educative e didattiche operate delle comunit professionali che sono impegnate nelleducazione dei loro figli.

Riteniamo gravi sia la nota del Ministero che i contenuti della Mozione approvata a maggioranza dal Consiglio Regionale della Lombardia.

Invitiamo i Dirigenti Scolastici,  i docenti e tutte le altre componenti degli Organi Collegiali a non farsi trascinare in crociate ideologiche e contro la natura stessa della scuola pubblica.

 

Milano, 3 dicembre 2018                   Tobia Sertori -  Segretario Generale Flc Cgil Lombardia

continua
 
Ultime notizie e iniziative regionali
DIRIGENTI SCOLASTICI Firmata lipotesi del primo contratto dellArea dirigenziale Istruzione e Ricerca. In allegato il testo
Soddisfazione della FLC CGIL per la riconduzione di significative materie al tavolo negoziale.
Dopo pi di 6 mesi di trattativa finalmente il 13 dicembre 2018 stata sottoscritta lipotesi del primo contratto dei dirigenti della scuola, delluniversit, della ricerca e dellAFAM.

COMUNICATO ANCORA UNA AZIONE DISCRIMINATORIA VERSO ALUNNI DI UNA SCUOLA NON AMMESSI ALLA MENSA SCOLASTICA E AI SERVIZI SCOLASTICI LA FLC CGIL A DIFESA DELLA SCUOLA PUBBLICA, DEI DIRITTI DELLE FAMIGLIE E DEGLI ALUNNI

Dopo Lodi, anche nella provincia di Bergamo avviene un atto discriminatorio verso le famiglie e gli alunni non residenti .


ACCORDO ENGIM Sottoscritto il primo accordo di ente al Centro di Formazione Professionale ENGIM.
  • Si applica alle 3 sedi collocate a Brembate Sopra e Valbrembo.

  • A tutti i circa 40 lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e determinato.

  • Ha come oggetto la premialit, il salario accessorio e il welfare.


080 - 2018 07 dicembre 2018 NNDS FLC SPECIALE CONVEGNO ANNUALE

SPECIALE CONVEGNO ANNUALE DIRIGENTI SCOLASTICI FLC  

CON TUTTI I MATERIALI E LE RELAZIONI 

01. Le responsabilit del Dirigente scolastico nel governo della scuola pubblica. Resoconto dei lavori

02. La relazione di apertura di Roberta Fanfarillo

0.3 Relazione di Massimo Baldacci sul tema Il ruolo dirigenziale nella comunit educante.

04. Relazione di Raffaele Guariniellosul tema "La sicurezza degli edifici scolastici. Il sistema delle responsabilit nel Testo Unico sulla sicurezza".

05. Intervento di Francesco Sinopoli, segretario generale nazionale della FLC CGIL

06. relazione di Anna Maria Poggi sul tema Autonomia scolastica e autonomie differenziate

07. Relazione di Anna Armone, esperta di diritto amministrativo, sul tema La gestione amministrativa della scuola nel rapporto con altri soggetti.

08. Relazione del Direttore Generale del MIUR Jacopo Greco sul tema Le responsabilit del Dirigente scolastico nel nuovo regolamento di contabilit.

09. Relazione di Dina Guglielmi sul tema Valutazione stress-lavoro correlato: perch parlare dei dirigenti scolastici?

10. Conclusioni


Crescita e Sviluppo del Paese ASSEMBLEE UNITARIE FLC CGIL - CISL FSUR - FEDERAZIONE UIL SCUOLA RUA

NORD 26|11|2018 Milano

 

Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Val dAosta, Trentino, Emilia Romagna

 

Grand Hotel Barone di Sassj

Sesto San Giovanni (Milano) - Via Padovani 38


Per la crescita e lo sviluppo del paese. Assemblee Unitarie FLC CGIL, CISL Fsur, UIL Scuola RUA

A seguito degli esecutivi unitari confederali tenutisi a Roma il 22 ottobre le Confederazioni hanno dato avvio ad un percorso che prevede un piano di assemblee sul territorio nazionale e Attivi Unitari territoriali provinciali sul documento unitario e sulle proposte CGIL CISL e UIL per la crescita e lo sviluppo del paese.


SIGLATO ACCORDO ISTITUTO RIZZOLI MILANO

SIGLATO ACCORDO ISTITUTO RIZZOLI MILANO

 

La RSA FLC CGIL ha siglato il nuovo accordo di centro che regolamenta il nostro servizio per l'anno formativo in corso.

La direzione ha accettato tutti i punti di miglioramento proposti in sede di assemblea sindacale del 14 novembre scorso.




XII CONGRESSO CGIL LOMBARDIA 20-22 NOVEMBRE 2018

XII CONGRESSO CGIL LOMBARDIA

20-22 NOVEMBRE 2018

 

Nh Milano Congress Centre

Strada 2a, Milanofiori

Assago


eletto il segretario generale FLC CGIL LOMBARDIA

Mercoled 14 novembre si CONCLUSO ad ISEO presso ISEO LAGO HOTEL il IV Congresso REGIONALE della FLC CGIL LOMBARDIA.

L' Assemblea Generale REGIONALE della Flc Cgil Lombardia ha rieletto Tobia Sertori Segretario Generale FLC Cgil Lombardia

A Tobia  gli auguri di buon lavoro e un grazie per il lavoro svolto in questi anni.
LEGGI
  • LA RELAZIONE INIZIALE
  • IL DOCUMENTO POLITICO FINALE ED EMENDAMENTI 

PROGRAMMA IV CONGRESSO REGIONALE FLC CGIL LOMBARDIA

  PROGRAMMA

IV CONGRESSO REGIONALE FLC CGIL LOMBARDIA

13 - 14 NOVEMBRE 2018

Iseolago Hotel Via Colombera, 2 - ISEO (BS)




» leggi tutte le notizie ed iniziative regionali

Notizie dal sito nazionale FLC
18-12-2018
Sinopoli (Flc Cgil): ridurre le disuguaglianze o sarà mobilitazione
18-12-2018
Sinopoli (FLC CGIL), la scuola deve essere ?comunità educante?
18-12-2018
Tagli al bonus cultura, i Millennials: «Ministro, parli con chi lo spende»
18-12-2018
Istruzione, lavoro e ricchezza? Si ereditano dalla famiglia
18-12-2018
Scuole Controvento
FLC CGIL lombardia - via Palmanova, 22 Milano
 +39 0299265089  +39 0299265080
  flc@cgil.lombardia.it
Powered by Tomato Interactive / Contactlab